Coelum Astronomia 203 - 2016 - Page 149

Ed ora spazio a chi deve fare ancora molta strada. Jean Marc Lechopier, che però tra giugno e luglio si è dato molto da fare portandosi a casa ben 18 asteroidi, bottino che lo posiziona a circa un terzo del percorso. Jean Marc fa anche una interessante considerazione, che serve da incoraggiamento per chi, come lui, non osserva da cieli propriamente bui:

È un piacere poter sfatare il luogo comune circa la magnitudine raggiungibile sotto cieli urbani o suburbani. Io abito a circa 700 metri in linea d' aria dal centro di una cittadina di 22.000 abitanti. Ho tre lampioni che mi abbagliano selvaggiamente, dai quali mi proteggo con una pezza scura che mi avvolge il capo. Con il rifrattore acromatico da 127 mm. di apertura e 1200 mm. di focale in una serata trasparente raggiungo agevolmente la magnitudine 13/13,5 sugli asteroidi alti almeno 15/20° sull’orizzonte, usando un ingrandimento fra 120x e 160x. Nei momenti in cui il seeing è favorevole arrivo addirittura a toccare la quattordicesima magnitudine. Certo è diverso sugli oggetti diffusi del profondo cielo, ma l'osservazione di asteroidi e stelle doppie e variabili non è preclusa dai cieli urbani!

Giuseppe Ruggiero con quattro nuove osservazioni si è portato a quota 61. Sentiamolo:

Quattro asteroidi per me. Tutti ripresi la sera del 3 giugno, tra le 22:00 e le 23:30.

La strada è ancora lunga, ma dopo aver superato il giro di boa comincio a vedere il traguardo, seppur da lontano. La partecipazione a questa iniziativa mi ha anche risvegliato una certa voglia di fare e così, in occasione del transito di Mercurio e della buona posizione di tre pianeti in cielo, ho organizzato nel giro di un paio di mesi due osservazioni pubbliche nel mio paese. L'interesse è stato notevole e la soddisfazione personale tanta.

E grande è anche la nostra soddisfazione poichè siamo riusciti a ridare entusiasmo a un

appassionato.

Fermi tutti gli altri che (speriamo) si ridestino dopo aver letto questo entusiasmante resoconto mensile.

Paolo Palma

Luca Maccarini

Giovanni Natali

Giuseppe Pappa

Giuseppe Ruggiero

Edoardo Carboni

Adriano Valvasori

Jean Marc Lechopier

Bruno Picasso

Riassunto della situazione:

61

96

47

29

28

4

La bandierina indica chi ha concluso l'impresa ed è ora a tutti gli effetti socio del Club dei 100 Asteroidi.

La freccia indica i partecipanti che hanno aumentato il loro punteggio.

Tutto nasce dall'articolo di Claudio Pra "100 insignificanti puntini luminosi" - pubblicato su

Coelum 157 - in cui l'autore ci racconta la sua inusuale maratona a caccia dei primi cento asteroidi catalogati. Da qui nasce la sfida di ripetere la prodigiosa impresa compiuta da Pra. Tutti possono cimentarsi nell'impresa: in questa rubrica seguiamo ogni mese lo stato di avanzamento degli sfidanti. Chi raggiunge il traguardo dei 100 asteroidi viene ammesso di diritto al ristretto ed esclusivo club!

Scopri di più sul "Club dei 100 Asteroidi" cliccando qui!

Situazione al 31 luglio

Cos'è il Club dei

100 Asteroidi?

www.coelum.com

149

Ugo Tagliaferri

Andrea Tomacelli - Valeria Starace