Coelum Astronomia 203 - 2016 - Page 120

Marte

Osservabile nella prima parte della notte.

Mag. da –0,3 a +0,1; diam. da 10,5" a 8,8".

In settembre, Marte continuerà a spostarsi con moto diretto nel cielo di circa 18°, trascorrendo la prima decina del mese nella costellazione dello Scorpione, per poi spostarsi nell’Ofiuco e infine nel Sagittario, a fine mese. Il Pianeta Rosso nel corso del mese sarà visibile nella prima parte della notte, transitando al meridiano alle 19:00 (a metà mese), tramontando via via più presto, verso le 23:00. Da segnalare che il giorno 25 la luminosità di Marte diminuisce al punto che la sua magnitudine diventa positiva.

Giove

Praticamente inosservabile.

Mag. –1,7; diam. da 30,8" a 30,6".

Nel mese di settembre Giove sarà praticamente inosservabile, tanto che possiamo dire conclusa la sua campagna osservativa 2015-2016. Fin dall’inizio del mese infatti il gigante gassoso tramonterà molto presto la sera (alle 20:30 il primo del mese). Il 26 settembre Giove sarà in congiunzione eliaca e poi tornerà osservabile nel cielo del mattino, ma non prima di metà ottobre. Per settembre quindi si potrà solo tentare di dargli un ultimo saluto i primi giorni del mese.

Saturno

Osservabile nella prima parte della notte.

Mag. +0,5; diam. da 38,0" a 36,3" (anelli inclusi).

Durante il mese di settembre Saturno sarà visibile durante la prima parte della notte, muovendosi in Ofiuco di moto diretto, percorrendo durante il mese un tratto apparente di 1,6°. Tramonterà via via sempre prima nel corso del mese: il primo di settembre Saturno tramonterà alle 23:45 ma già alla fine del mese scenderà sotto l’orizzonte verso le 22:00. Gli osservatori avranno quindi a disposizione pochissimo tempo per puntarlo ad altezze ragionevoli.

120

Coelum Astronomia

In mancanza delle lune di Giove, pianeta attualmente inosservabile per congiunzione eliaca, agli appassionati farà piacere seguire l’evoluzione del sistema di satelliti di Saturno che, dopo l’opposizione del giugno scorso, sarà anche in settembre in una buona posizione tanto da poterli osservare. Le lune più luminose sono Tethys (mag. +10,2), Dione (+10,4), Rhea (+9,7) e Titano (+8,3) che potrebbero essere teoricamente alla portata di un buon binocolo e più facilmente visibili al telescopio.

Cliccando sulla icona in basso si avrà la possibilità di conoscere l’esatta posizione di 8 lune a orari, date e orientamenti liberamente modificabili.

Le Lune di Saturno

Urano

Osservabile per buona parte della notte.

Mag. +5,7; diam. 3,7".

Urano in settembre continuerà a muoversi nei Pesci con moto retrogrado, percorrendo una distanza angolare apparente di circa 1°. Sarà visibile, anche se basso sull’orizzonte, già nelle prime ore della sera e diverrà via via più alto nel corso della notte. A metà mese il pianeta sorge alle 20:30 circa e culmina alle 3:00 di notte circa (raggiungendo un’altezza di 56°).

La fine della notte astronomica (5:15) lo sorprenderà a un’altezza sull’orizzonte sudovest di +45°.