Coelum Astronomia 198 - 2016 - Page 78

Il 2 dicembre scorso mi reco in automobile nella valle di S. Lucano per ritrarre dal basso il “Cuore”, che in particolari condizioni di luce si riesce a scorgere anche ad occhio nudo, senza però che sia possibile distinguerne la forma. Man mano che mi avvicino mi accorgo di come anche la Luna abbia evidentemente deciso di fare visita a quella meraviglia rocciosa. Così, arrivato a destinazione, collego la mia Canon 700d al fuoco diretto di un piccolo rifrattore semiapocromatico da 80 mm di apertura e 600 di focale, scattando diverse foto.

Una di queste immortala proprio la Luna che gli passa appena sopra, sfiorando l’apertura. L’immagine è molto spettacolare, pur non evidenziando al meglio i crateri lunari dato che è mattina inoltrata e dunque il cielo è ormai chiarissimo.

Carico tutto e torno a casa soddisfatto, ma comincio anche a pensare che avrei potuto fare di meglio. Se fossi riuscito a trovare l’istante in cui il nostro satellite passa proprio dietro al “Cuore”, in un cielo ancora almeno relativamente buio, allora sì che ne sarebbe uscito un qualcosa di veramente particolare…

Arrivato a casa, mi metto quindi a fare qualche calcolo, aiutandomi con un planetario software, ed ecco proporsi una serie di date e orari, che trascrivo su un foglio. Salto la prima data possibile, troppo ravvicinata, e programmo il tentativo per la seconda, fissata per il 29 dicembre 2015 verso le 7.30 del mattino.

78