Coelum Astronomia 198 - 2016 - Page 31

In alto. IL SEGNALE

24 settembre 2015

Ore 09:50:45 UTC

Prodotto dal passaggio di un’onda gravitazionale, è stato osservato simultaneamente dai due interferometri gravitazionali LIGO, distanti migliaia di km, in Louisiana e nello stato di Washington (USA). Ha una durata di qualche frazione di secondo e una frequenza variabile: da 30 a 250Hz.

UNO SCONTRO DI BUCHI NERI

L’onda è stata prodotta da un gigantesco scontro di due buchi neri distante da noi 1,3 miliardi di anni luce e quindi avvenuto più di un miliardo di anni fa. I due buchi neri di massa circa uguale (36 e 29 masse solari) si sono scontrati a una velocità di 150.000 km/s (la metà della velocità della luce).

È la prima osservazione diretta mai realizzata di un fenomeno di questo tipo.

Crediti: INFN, Centimetri

A sinistra. NUOVE FRONTIERE DELLA GRAVITÀ

Lo studio dei dati raccolti aiuterà a descrivere meglio come agisce la forza gravitazionale in condizioni estreme mai esplorate prima, in cui le leggi della gravitazione e quelle della meccanica quantistica devono essere unificate. La materia è in una condizione estrema. È come se confinassimo una massa tre volte più grande del Sole in una sfera del diametro di 20 chilometri, come quello del grande raccordo anulare di Roma.

Crediti: INFN, Centimetri

31