Coelum Astronomia 198 - 2016 - Page 141

Una scena del film d’animazione Si alza il vento di Hayao Miyazaki (2013). Vero e proprio inno d'amore del regista verso il volo e gli aerei, il film percorre la storia del protagonista Jiro, che sogna di volare. Essendo miope, Jiro non diventa pilota ma lavora in una delle principali società giapponesi di ingegneria aeronautica e progetta importanti aerei da combattimento. Gianni Caproni, ingegnere aeronautico e pioniere dell'aviazione italiana del primo Novecento, abita le fantasie di Jiro.

Partire, viaggiare, sfidare l'incognito, sono primordiali e innate pulsioni dell'Uomo. Sono il motore che ci spinge oltre e l'ispirazione che ci indica la via verso la conoscenza dello Spazio. L’esplorazione spaziale ci induce ad affrontare importanti quesiti scientifici e filosofici relativi al nostro posto nell’Universo, alla storia del nostro Sistema Solare fino a portarci alla domanda cruciale sulla presenza di vita oltre la Terra.

Nel 1957 l’Unione Sovietica inaugura una nuova era del volo, iniziando la stagione dei satelliti artificiali con il lancio dello Sputnik 1. Nel 1959 segue il lancio della sonda Lunik 1, in orbita attorno alla Luna, arrivando a mostrare per la prima volta anche la faccia non visibile dalla Terra. L’Unione Sovietica stupisce poi l’opinione pubblica mondiale con il lancio nello spazio del primo essere vivente e, nel 1961, del primo essere umano: Yuri Gagarin con il Vostok 1.

Nello stesso anno il presidente degli Stati Uniti J.F. Kennedy dichiarò: «Credo che questa nazione debba impegnarsi a raggiungere il traguardo, prima della fine di questo decennio, di far atterrare un uomo sulla Luna e riportarlo sano e salvo sulla Terra», dando inizio al programma che avrebbe portato il primo uomo a posarsi sulla superficie di un corpo celeste diverso dalla Terra.

La Guerra Fredda influì infatti enormemente sull’esplorazione dello Spazio. Gli anni ‘60 furono dominati dalla corsa alla Luna: le due superpotenze nucleari portarono la sfida anche nel cosmo, ciascuna vedendo nella realizzazione di voli spaziali una dimostrazione di superiorità della propria tecnologia e quindi del proprio sistema sociale.

141