Coelum Astronomia 198 - 2016 - Page 119

ASTEROIDI

a cura di Talib Kadori

Hygiea, il gigante oscuro

Ditemi una cosa, se vi chiedessero a bruciapelo i nomi dei quattro asteroidi più grandi della Fascia principale, cosa rispondereste?

Pensateci un attimo… Da parte mia scommetto che non pochi di voi, anche se esperti osservatori, punterebbero su Cerere, Pallade, Giunone e Vesta. E cioè sui primi quattro in ordine di scoperta, i famosi “fabulous four”, insomma!

E la figura sarebbe davvero barbina, specialmente se fatta in presenza di adoranti fanciulle ammaliate dal vostro look di cacciatore di pianetini. Il quarto più grande, infatti, non è il gettonatissimo Giunone (in realtà c’è da meravigliarsi nel vedere quanto sia giù in classifica), ma l’inaspettato (10) Hygiea.

Hygiea. Beh, inaspettato per modo di dire, perché di questo si era già parlato in una rubrica di parecchi anni fa, dove tra l’altro proclamavo la mia stima per lo scopritore Annibale De Gasparis e il mio legame speciale con Hygiea, scoperto esattamente 100 anni prima della mia nascita, il 12 aprile 1849.

Il fatto è che nel 19° secolo non si aveva la minima idea sul vero diametro dei pianetini che via via si andavano trovando, così che le stime di grandezza si basavano unicamente sulla magnitudine apparente.

Soltanto nella seconda metà del 20° secolo Hygiea è stato correttamente classificato come il quarto più grande asteroide per dimensioni e

In alto. Come si può vedere dalla cartina, l’asteroide (10) Hygiea si muoverà in marzo tra la Vergine e il Leone, compiendo con moto indiretto un tratto apparente di circa 6°.

Hygiea raggiungerà l’opposizione (massima luminosità, con +9,4) il 16 del mese, mentre il massimo avvicinamento (1,94 UA) si compirà il 20.

119