Coelum Astronomia 198 - 2016 - Page 104

14.3 Verso le 19:15 di sera, una sottile falce di Luna crescente sarà nell’ammasso delle Iadi, circa 2° a est di Aldebaran (mag. +0,9).

21-22.3 Nella notte tra queste due date, la Luna praticamente piena si avvicinerà a Giove fino a una distanza minima, alle 3:30 del mattino, di 2,7°. A quell’ora i due oggetti saranno alti circa +20° sull’orizzonte ovest.

29.3 Verso le 2:30 del mattino, sull’orizzonte sud-sudest, un abbondante Ultimo Quarto di Luna potrà essere osservato nella testa dello Scorpione, a metà strada tra Marte e Saturno. I tre oggetti a quell’ora avranno un’altezza media di circa +15°.

In alto. Verso le 6:15 del giorno 7 ci sarà l’occasione di mettere alla prova la propria acuità visiva cercando Venere nei pressi della Luna. A quell’ora, una sottilissima falce di Luna calante sarà appena sorta sull’orizzonte di est-sudest e avrà un’altezza di +7,5°, mentre Venere si troverà circa 3° più a sud alta solo +4,5°. La difficoltà consisterà nel riuscire a vedere i due oggetti in un cielo già praticamente diurno, con il Sole sotto l’orizzonte di appena −4°. Sarà probabilmente necessario aiutarsi con un binocolo.

7.3 Verso le 6:15 del mattino, sempre guardando verso est-sudest, si potrà scorgere una tenue falce di Luna calante posta 4,8° a nord (in orientamento altazimutale) di Venere, con i due oggetti alti circa +6°.

Come al solito tutto dipenderà dalle condizioni atmosferiche, ma, se la trasparenza dell’aria sarà buona come spesso avviene in questo periodo dell’anno, anche questa bassa congiunzione potrà regalare non poche emozioni all’osservatore.

104