Coelum Astronomia 197 - 2016 - Page 53

La figura in alto a sinistra mette in evidenza il moto proprio della stella (che si sposta di circa 5” l’anno rispetto alle stelle più lontane), attraverso la sovrapposizione in falsi colori di due immagini riprese a distanza di un anno.

La figura in alto a destra mostra lo stesso spostamento parallelo delle due compomenti A e B, riferito però alla griglia delle coordinate equatoriali, si riesce ad apprezzare anche un leggero movimento ondulatorio dovuto alla parallasse. La scala in RA e DEC è espressa rispettivamente in secondi di tempo ed in secondi d'arco.

schiacciata, che tenderà a diventare un segmento se la stella è posta proprio sull’eclittica, mentre una stella posta vicino al polo dell'eclittica mostrerà un'ellisse prossima alla figura circolare.

Il grafico presente nella prossima pagina, mostra l'oscillazione della posizione della stella lungo l'asse maggiore dell'ellisse, che è sempre disposto parallelamente al piano dell'eclittica (longitudine eclittica). L'ampiezza massima dell'oscillazione (che equivale quindi ad un’oscillazione misurata lungo la longitudine eclittica) corrisponde all'angolo di parallasse della stella.

53