City Life Magazine 38 - Page 16

GIOVANI CON IDEE SORPRENDENTI NEL FUTURO DEL TERRITORIO Cultura e contaminazione parlano oggi di futuro. Al congresso di Paullo sono intervenute alcune realtà aggregative che hanno dimostrato vivacità di iniziative e capacità di dialogo con tutti i segmenti del territorio. Peculiarità imprescindibili per la formazione di una concreta Smart Land Le città del nostro territorio sono ricche di strade creative. Intuizioni, idee, passioni e desiderio di aggregazione che possono porre le condizioni per favorire la nascita di Small Smart City e di Smart Land. Un luogo dove si possano creare connessioni e mettere le basi, al di là di tutti i tecnicismi, per una migliore qualità della vita. I bisogni che nascono vengono, talvolta, risolti dall’intraprendenza del singolo. I cittadini, i gio- vani, gli uomini del domani, quelli con le idee più innovative e a volte rivoluzionarie, negli anni si impegnano per far nascere luoghi di incontro, di aggregazione dove, chi partecipa, mette a di- sposizione la propria passione, il proprio tempo; ma pure il proprio talento. Con questo spirito durante l’evento di Smart Land South City, tenutosi lo scorso novembre a Paullo, hanno preso parola i responsabili di associazioni nate sul territorio. C’è chi ha par- lato di un nuovo modello di biblioteca, chi ha rivoluzionato il modo di far conoscere il teatro, chi, ancora, ha dato nuova visibilità all’arte della fotografia. Nel 2001 la legge di revisione costituzionale ha inserito nella Costituzione il principio di sussidia- rietà orizzontale in base al quale si dichiara che “Stato, Regioni, Città metropolitane, Province e Comuni favoriscono l’autonoma iniziativa dei cittadini, singoli e associati per lo svolgimento di attività di interesse generale, sulla base del prin- cipio di sussidiarietà” (art. 118, ultimo comma).