City Life Magazine 30 - Page 59

HIGHLIGHTS 59 I vantaggi nel conciliare impegno lavorativo e qualità della vita A fine aprile è stato firmato a Palazzo Marino un protocollo d’intesa per l’adesione e la promozione alla Setti- mana del lavoro agile, ini- ziativa promossa dall’As- sessorato al Lavoro del Comune di Milano, che, a partire da quest’anno si trasforma da Giornata a Settimana. Il documento è stato sottoscritto dai rappresentanti di Cgil, Cisl, Uil, Assolombarda, ABI, Unione Artigiani, Città metropolitana, API, ANCI Lombardia, Camera di Commercio di Milano, Apa Confartigianato, Valore D, Federdistribu- zione, Confcommercio Milano, SDA Bocconi. Il lavoro agile, detto anche smart working, comprende tutte quelle pratiche di lavoro “alter- native” rispetto alla modalità classica di lavoro dalla propria postazione fissa in ufficio: coworking, smart wor- king, telelavoro. Il lavoro agile non richiede una postazione in ufficio: con- sente di svolgere le pro- prie mansioni da casa, dal parco, da un bar, da un ufficio decen- trato, oppure da una postazione di coworking, ovvero uno spazio con- diviso, generalmente all’interno di uno stabile, dove i lavoratori, gene- ralmente appartenenti ad aziende ed organiz- zazioni diverse, svolgono i loro compiti lavorativi. L’adesione all’iniziativa è rivolta ad aziende di ogni dimensione, enti e liberi professionisti, associazioni, sindacati e a chiunque sia interessato a far speri- mentare ai propri lavora- tori l’esperienza del lavoro agile. Secondo un’indagine condotta dal Comune di Milano su un campione di 2.300 lavoratori che hanno aderito rispon- dendo ad un questiona- rio, si nota come le per- sone appartenenti alla fascia di età 39-55 anni siano la maggioranza degli aderenti, con una partecipazione pari al al 60%, seguiti dai giovani di età compresa tra i 25 e i 39 anni, con il 30%; in coda troviamo gli over 55 con il 10%. Tra gli ade- renti, il 59% è impiegato, il 35% è quadro e solo l’1% è dirigente. L’indagine ha evidenziato inoltre che il luogo preferito per speri- mentare l’esperienza del lavoro agile è la casa, con l’87%, il 9% ha scelto sedi distaccate dell’a- zienda rispetto a quella abituale e solo l’1% ha optato per una posta- zione in un coworking. La percentuale degli ade- renti è pressoché parite- tica tra uomini (47%) e donne (53%).