City Life Magazine 30 - Page 54

54 solo a devastarlo e ogni scelta che si propone che possa cambiare quest’andamento ci riporta invece al punto di partenza a causa dell’affarismo senza coscienza molto diffuso. Per non fare gli errori del passato è necessario a questo punto puntare su un’altra economia di tipo circolare ossia generare sviluppo econo- mico da un problema creato dall’economia. Ne è sicuro l’ing. Emanuele Mondini, punto di riferimento dell’associazione SpazioMiA Romagna, che in modo ironico è intervenuto mettendo in risalto come l’architettura virtuosa, ossia quell’architettura che porta al benessere psicofisico del suo abitante è normale che debba essere al centro dei pensieri dell’ar- chitetto e la città intelligente è scontato che dovrebbe essere al centro dei pensieri del politico. Purtroppo però non è così e scelte naturali e sensate come quella, proposta dal chimico prof. Lesci, di produrre macchine (c’è già la tecnologia) da portare nei cantieri per trasformare le componenti costruttive conte- nenti amianto separando lo stesso dall’80% di contenuto cementizio o da quanto non è nocivo come il magnesio o il nichel che potreb- bero essere invece recuperati e rimessi sul mercato producendo guadagni a chi smaltisce questi rifiuti con questo modo una vera intelli- genza operativa per il benessere di tutti. È intelligente, come ha sottolineato l’asses- sore regionale al turismo e al commercio Andrea Corsini, occuparsi di zone territoriali di area vasta perché al turista non interes- sano le barriere burocratiche e sapere dove finisce Russi e inizia Ravenna. Occorre invece migliorare la competitività e togliere di torno il degrado ambientale. E personalmente aggiungo “a Russi e in tutta Italia”. Questo significherebbe veramente ragionare per area vasta. Anzi vastissima ma sempre estrema- mente piccola per certi turisti che vengono in Italia da paesi, quelli sì, veramente vasti come: Cina, India, America, Australia, Russia… e stre- pitosamente interessati al nostro territorio e alla nostra cultura. Ma è anche intelligente, come ha dichiarato Gianfranco D’Angelo di Ethic Solutions & Consulting, unirsi per raggiungere quel bel