City Life Magazine 29 - Page 33

ARTICOLI 33 Accordo tra Cap e Core per la realizzazione di un polo di ricerca delle tecnologie ambientali nell’impianto di incenerimento di rifiuti di Sesto San Giovanni alle porte di Milano I l vecchio inceneritore di Sesto San Giovanni, importante comune della prima cintura milanese, si trasformerà presto in un moderno polo tecnologico ambientale. A metà dicembre dello scorso anno è stato infatti siglato un accordo tra Gruppo Cap, gestore del servizio idrico integrato dell’area metropolitana di Milano, e Core, il Consorzio pubblico di recupero energetico costituito dal comune sestese e da quelli di Cologno Monzese, Pioltello, Segrate e Cormano. L’inceneritore di Sesto smaltisce anche i rifiuti di altri comuni tra cui Cinisello Balsamo, Settala, Casorezzo e del Consorzio Brianza. In totale, nell’impianto di via Manin vengono trattate 70mila tonnellate di rifiuti all’anno. Il documento, siglato dai sindaci dei comuni azionisti del consorzio e dalla società idrica, impegna le parti nello studio di un piano industriale finalizzato alla realizzazione di un Polo di ricerca delle tecnologie ambientali, con lo scopo di riconvertire l’inceneritore in un impianto di trattamento delle acque reflue e di produzione di biometano. Tra i risultati attesi, la riduzione delle emissioni inquinanti che, secondo i calcoli dei promotori, saranno abbattute del 93 per cento: 2,8 tonnellate annue in meno rilasciate nell’atmosfera, rispetto alle 39,6 attuali.