City Life Magazine 29 - Page 18

18 ovvero nel cuore dell’Europa e in un Paese dove notoriamente la mano d’opera non è a basso costo. Come ha potuto allora Deonet porsi come valida alternativa alle tante aziende cinesi che hanno invaso il mercato dei gadget con i loro prodotti a bassissimo prezzo, ma non sempre di qualità? La risposta la troviamo proprio all’interno dei processi produttivi, dove un importante investimento in automazione e in particolare in robot, ha permesso di fare il salto necessario per conquistare una posizione di leadership nel mercato dei gadget. Vediamo di capire come hanno operato e quali risultati sono stati ottenuti. Innovazione e tecnologia sono i pilastri dei questa azienda che infatti ha deciso di adottare i robot di ultima generazione progettati da ABB nel proprio impianto produttivo. Dall’Olanda, Deonet spedisce la merce in più di 60 paesi. Grazie agli uffici commerciali in Spagna, Germania, Francia e Italia mantiene il contatto diretto con i mercati locali mentre un ufficio acquisti a Hong Kong segue i produttori di memorie e ne controlla la qualità. Molti anni fa, la personalizzazione dei prodotti era affidata a una terza parte, ma ci si è resi conto che integrando tutto il processo di produzione, sarebbe stato possibile offrire un servizio più veloce e un controllo più efficace della qualità. Ed è stato così che poco dopo è stata centralizzata tutta la produzione nello stabilimento di Eindhoven. Oggi Deonet è il più veloce e flessibile produttore europeo di gadget, e grazie al nuovo robot YuMi sono stati fatti ulteriori passi avanti nell’automazione dei processi. Il vantaggio per i clienti: qualità a un prezzo imbattibile. La programmazione di YUMI è oggi curata direttamente dai tecnici DEONET. Produzione rapida, flessibilità, qualità e prezzi competitivi sono stati gli elementi di distinzione che hanno favorito la crescita. E nel frattempo, si è ampliata la gamma prodotti diventando molto più che semplici produttori di USB. YuMi: IL GELATO E’ SERVITO!!! La flessibilità e operatività del ro- bot YuMi è stata messa alla pro- va in una gelateria di Bergamo. La sfida era interessante: fare prepa- rare dei coni gelato direttamente dal robot per dimostrare quanto sia ormai sofisticato il sistema di controllo e quanti gradi di liber- tà siano possibili. Lo scorso 23 febbraio ha aperto a Bergamo la gelateria “Il 23”. Fin qui nien- te di strano, ma la STRANEZZA era rappresentata dalla presenza di un robot ABB YuMi che è sta- to in grado di accontentare tutti i clienti preparando i coni gelato con i gusti da loro selezionati. Un modo per fare incontrare la tradi- zione con la modernità, ma anche l’occasione per i grandi e piccini per vedere all’opera un robot col- laborativo.