City Life Magazine 17 - Page 51

Personalizzabili in base alla taglia e alla configurazione dell’hardware, i commander Phoenix-Mecano forniscono una protezione efficace all’interno dei principali ambienti industriali, compresi quelli caratterizzati da elevati standard igienico-sanitari Abbinabili a tutti i quadri di comando a catalogo, i sistemi di sospensione PhoenixMecano (Rose) garantiscono la massima flessibilità di spostamento su ogni ambiente di lavoro. Per questo motivo l’intera gamma di soluzioni è stata costruita sulla base di una serie di formati standard, che può essere eventualmente post-lavorata per l’esecuzione di taglie speciali; ad aumentare le doti di flessibilità vi è poi una ricca quantità di snodi per vari tipi di montaggio (a muro, a parete o su piedistallo) e di movimento (lato commander, lato macchina o snodo centrale intermedio). La produzione è articolata in una gamma di sistemi di sospensione scalabili da 30 kg fino a 200 kg per ciò che riguarda la portata massima. Si parte dai sistemi GT 48/2 con tubo in acciaio tondo da 48 mm ai modelli a sezione quadrata GT 50, GT 60 e GT 80. Per carichi elevati (fino a 200 kg), l’azienda ha, inoltre, sviluppato GTK 80, un sistema di sospensione che presenta al proprio interno uno spazio ispezionabile in virtù della presenza di un’apposita canalina per il passaggio cavi. Fra le soluzioni di nuova generazione, sono da segnalare i sistemi GTK electronic e GTN II e GTS in alluminio verniciati grigio chiaro standard (RAL 7035) possibili anche in colorazioni speciali, anch’essi ispezionabili per agevolare le operazioni di cablaggio del quadro di comando, anche dopo il montaggio. A completamento della gamma di sistemi di sospensione proposti, vi sono anche i sistemi in acciaio inox della Serie GTH, disponibili in due differenti taglie (diametro 48 e 60 mm), e tre differenti forme del tubo (S, J e I). Tutto questo fanno di Pheonix Mecano il partner ideale in grado di far fronte alle più svariate esigenze.