City Life Magazine 17 - Page 43

“Questa caratteristica si traduce in un concreto vantaggio nelle applicazioni di refurnishment, (ristrutturazione, n.d.r.), dove la nostra architettura è in grado di integrare i sistemi esistenti, di qualunque tipo essi siano, ampliandole con nuove funzionalità”, afferma Larghetti, che prosegue indicando nell’affidabilità e nella capacità di supporto globale della rete Beckhoff altri due importanti parametri di valutazione. E non solo. “Anche la semplicità di programmazione si è rivelato un aspetto decisivo, tant’è che la tipologia di linguaggio e l’ambiente di sviluppo sono pressoché simili a quelli normalmente utilizzati da uno sviluppatore IT. E questo per noi era molto importante”. garantita da un PLC CX2020 che funge anche da server locale del sistema di monitoraggio Filippetti; tale sistema è costituito da un infrastruttura wireless a supporto della rete di sensori di monitoraggio a batteria; in particolare vengono stati installati sensori di presenza e luminosità distribuiti uniformemente nell’ edificio. Attraverso la piattaforma web appositamente realizzata sarà possibile definire schedule di accensione e spegnimento degli impianti oltre alla gestione in automatico del sistema. Il sistema è studiato per un controllo globale dell’edificio, un controllo per piano o di zona. Il sistema automatico prevede infine l’ accensione degli impianti di illuminazione e riscaldamento nell’area in esame regolata dalla presenza e dal valore di luminosità rispetto al set-point di Building Automation “Sistema di luminosità fissato(per la sola illuminazione). automazione per nuova sede dell’ ente Un sistema di questo tipo consentirà una “Città metropolitana di Roma” L’intervento prevede un’infrastruttura di notevole semplificazione della gestione dell’ automazione dei sistemi di illuminazione e edificio oltre a notevole risparmio energetico riscaldamento del nuovo edificio dell’ ente “citta legato all’ ottimizzazione dell’ uso degli impianti tecnici. metropolitana di Roma”. L’esigenza dell’ente è infatti quella di realizzare un sistema di gestione centralizzata degli impianti di illuminazione e riscaldamento dell’ immobile, integrato da un sistema di sensori ambientali di monitoraggio in grado di attuare in automatico tali impianti. L’edificio a pianta rettangolare si sviluppa su 30 piani fuori-terra con struttura in cemento rivestito esternamente in vetro. Il Building presenta un nucleo centrale interno nel quale sono collocati i principali vani tecnici e i collegamenti verticali dell’ immobile (scale e ascensori). La soluzione prevede l’utilizzo di 27 CX8090 (uno per piano) collocati nel quadro elettrico principale di piano. Ciascun PLC permette l’attuazione di tele-ruttori a servizio delle principali linee elettriche di alimentazione di www.beckhoff.it luci e sistemi di condizionamento (fan-coil). La gestione centralizzata dei singoli CX8090 è www.gruppofilippetti.it