City Life Magazine 16 - Page 52

52 CITY LIFE MAGAZINE CITY LIFE MAGAZINE N.16 ITM ha sviluppato il software di simulazione del volo dell’ape e l’ISW ha sviluppato il Sistema di controllo dei cavi. Potrebbe raccontarci come sono stati progettati? Il software di volo si è reso necessario per calcolare tutte le traiettorie possibili per gli occhi d’ape, il volo doveva risultare semplice e piacevole, pur tenendo in considerazione delle limitazioni tecnologiche. L’art director ha dovuto essere molto abile nel ricreare i movimenti desiderati, i più semplici e flessibili possibile, anche il software doveva essere facile da usare, consentendo un caricamento della coreografia semplice e veloce, con un semplice click dal pannello di controllo e trasferito agli occhi d’ape. La progettazione dei cavi robotici per la piattaforma è stata una grande sfida, perché ogni cavo robotico ha necessitato di molti calcoli complessi che hanno dovuto tener conto dello spazio operativo e che permettessero di controllare e coordinare tutti i verricelli. Quanto tempo è stato dedicato alla ricerca di materiali leggeri e innovativi? Avete progettato nuovi materiali o ne avete usati di esistenti? I cavi che abbiamo impiegato sono composti in una singola fune che convoglia anche l’elettricità necessaria ai proiettori all’interno degli occhi d’ape. Inoltre, i cavi sono fissati sulle piattaforme mediante giunti cardanici che garantiscono la mobilità della piattaforma stessa e la gradevolezza di movimento. La sfida più grande è stata quella di progettare i componenti meccanici in modo tale che gli stress e gli sforzi venissero minimizzati. Questo è necessario per evitare ogni possibile danneggiamento e per assicurare una facilità di movimento durante tutto l’EXPO. I cavi non dovevano incrociarsi, i giunti bloccati e le operazioni di manutenzione, c