City Life Magazine 16 - Page 44

44 CITY LIFE MAGAZINE CITY LIFE MAGAZINE N.16 cabine di media tensione per la fornitura dell’energia ai padiglioni, 100 punti di ricarica degli autoveicoli elettrici (30 sul perimetro del sito e 70 all’esterno), 8.500 punti luce a Led per l’illuminazione di tutta l’area espositiva, una scelta, quest’ultima, che ha consentito di risparmiare qualcosa come 280 mila kWh (36 per cento in meno di consumi), uno storage per l’ottimizzazione locale dei flussi di energia di 270 kWh, un centro operativo di controllo e gestione della smart grid attivo 24 ore su 24 e, infine, una show room al servizio dei visitatori. La smart grid messa a punto da Enel è dotata di un sistema di telecontrollo e di protezione evoluto, con una rete di media tensione ad anello chiuso per garantire la qualità del servizio anche in caso di guasto. Enel per i sei mesi di EXPO, in collaborazione con Siemens, ha messo a punto e realizzato una piattaforma in grado di monitorare i consumi di energia di ciascun padiglione e di ciascuna area espositiva. Si tratta dell’Energy management system (Ems), un sistema di controllo che funziona anche come ottimizzazione degli impianti in relazione alle condizioni climatiche, che verrà messo in commercio alla chiusura della manifestazione tramite un’applicazione mobile, che sarà in grado di registrare le curve di consumo, raccogliere i dati giornalieri e orari e operare raffronti mese per mese. Nel segno dell’innovazione e della sostenibilità è anche il padiglione dell’ente nazionale presente a EXPO. Si tratta del “bosco virtuale illuminato”, in cui è possibile osservare il nucleo di controllo di una smart city. Dal punto di vista architettonico non si tratta di un edificio contenitore, ma di un volume virtuale, una griglia, sulla quale s’innestano una serie di elementi verticali illuminati in costa