City Life Magazine 11 - Page 41

CITY LIFE MAGAZINE trovare altre soluzioni che possono integrarsi con le soluzioni esistenti e dare quelle risposte in termine di percentuale di differenziato che ci si aspettano da un paese evoluto. I parametri che si devono valutare per effettuare la scelta più adeguata sono diversi e fra loro eterogenei andando dall’analisi della popolazione in termini di numerosità e caratteristiche socio-abitative fino all’inquadramento delle condizioni geografiche e del contesto climatico. Qualunque soluzione ha comunque degli aspetti positivi e dei fattori negativi con cui si deve in qualche modo convivere. Va inoltre ricordato che, la raccolta differenziata, è comunque una gestione del problema, ma non la soluzione del problema stesso e questo è messo in evidenza dall’articolo 4 del d.lgs 205 del Dicembre 2010 che definisce la gerarchia delle azioni che devono essere messe in atto nella gestione dei rifiuti. Sempre dal d.lgs 205 del Dicembre 2010 all’articolo 2 si può evincere un altro importante principio, ossia: chi inquina paga. La soluzione proposta da Ecologia Soluzione Ambiente con la collaborazione di Panasonic ha sovvertito questo principio nella sua accezione positiva ossia: chi è virtuoso nella differenziazione non paga. In questo modo il rapporto tra Ente Gestore e Collettività viene convertito in un rapporto più diretto tra Ente Gestore e singolo utente (cittadino) con benefici per entrambi gli attori. La soluzione utilizzata da Ecologia Soluzione Ambiente con la collaborazione di Panasonic ha integrato alcune delle tecnologie messe a disposizione dall’abbinata PLC e WEB Server alle esistenti tecnologie del mondo consumer. La possibilità di accedere all’isola via Tablet o Smart Phone ha dato al sistema di controllo un approccio user friendly. L’utilizzo di accesso wireless criptato per il controllo locale e di una connessione OPEN VPN anch’essa criptata verso il centro di controllo ha dato alla stazione di stoccaggio un’elevata connettività mantenendo comunque un grado di sicurezza elevato. Ulteriore vantaggio si è avuto dalla gestione del dato secondo diversi protocolli, protocollo proprietario e Modbus TCP per lo scambio dati in real Time, IEC60870-104 per lo scambio dati con buffer per la storicizzazione integrato e FTP per la gestione dei file, tutti integrati nella soluzione e disponibili contemporaneamente. Sul campo l’utilizzo di diversi mezzi fisici per lo scambio dati con i Device ha garantito un elevata flessibilità di interfacciamento. La tecnologia messa in campo ha dato risposta alle esigenze del gestore aprendo quindi nuove opportunità nella gestione dei rifiuti, starà poi ai gestori dei servizi ed al cittadino saperle sfruttare a pieno nel reciproco interesse. Inoltre ha evidenziato come il telecontrollo sia strumento sempre più efficace per la soluzione di diverse tipologie di richieste e non solo applicato ai settori storici quali energia ed acqua. Così facendo ogni elemento è sempre più vicino ad un’elevata integrazione e grazie ai protocolli TCP è in grado di essere parte attiva nello scambio dati, creando così le premesse per una nuova generazione di oggetti e servizi in grado di comunicare tra di loro attraverso internet IoE (Internet of Everything). 41