City Life Magazine 11 - Page 39

CITY LIFE MAGAZINE dopo l’accredito dovesse gettare dei rifiuti non conformi potrebbe essere richiamato a una più solerte operazione di differenziazione o addirittura multato nel caso l’infrazione fosse ripetuta. Per eseguire il controllo sui rifiuti conferiti il sistema prevede una fotografia del rifiuto stesso, in questo modo il controllo visivo che fa l’operatore al momento della raccolta nel sistema “porta a porta” rimane attivo con il benefico effetto dissuasore che tale controllo apporta sulla qualità della differenziazione adottata. Inoltre, il sistema, prevede anche la pesatura del rifiuto e rilascia all’utente uno scontrino fiscale che attesta il tipo e la quantità del conferimento eseguito, in questo modo la Public Utility ha gli strumenti per attivare una serie di azioni premianti verso l’utente stesso. In questo modo la raccolta differenziata ben eseguita non va solo a vantaggio dell’ambiente in cui viviamo, ma potrebbe trasformarsi in un effettivo rendiconto personale certamente incentivante visti i continui aumenti e rivoluzioni sulla tassa sui rifiuti. Il sistema di raccolta progettato consiste in un container automatizzato che permette di interagire in modo intensivo con il centro di controllo della Public Utility. Ogni container prevede la possibilità di conferire due tipologie di rifiuti Bi-Comp, mediante delle apposite finestre avvolgibili, che si aprono dopo l’accreditamento e dopo aver selezionato sul Touch Screen il rifiuto che si vuole eliminare. All’occorrenza i tipi di rifiuti che possono essere conferiti possono cambiare fornendo per esempio dei servizi diversi per ogni settimana. Il PLC all’interno del container controlla tutta l’automazione del container, dalla lettura del Bar Code per l’accreditamento al sollevamento degli avvolgibili sulla base del rifiuto selezionato alla lettura del peso con relativa stampa dello scontrino. Ovviamente il controllore avrà anche in carico la gestione meccanica del rifiuto una volta che l’avvolgibile si è richiuso scegliendo una modalità di stoccaggio opportuna sulla base del rifiuto. Per esempio, qualora fosse stata portata della plastica, prima di procedere allo stoccaggio il rifiuto verrebbe prima pressato in modo da ridurre lo spazio occupato dall’aria, se invece il conferimento fosse di un rifiuto organico successivamente allo stoccaggio verrebbe pulito il piano di raccolta in modo da togliere anche i cattivi odori che l’organico inevitabilmente produce. La gestione meccanica del rifiuto che viene eseguita solo ad avvolgibile chiuso rende il sistema sicuro per l’utente che 39