City Life Magazine 11 - Page 19

CITY LIFE MAGAZINE 19 so un PC che, oltre a svolgere normali funzioni desktop, dispone del relativo software HMI. Nelle bolle ciascun controllore Beckhoff BC9000 dispone di ben sette schede master DALI, alle quali fanno riferimento circa un centinaio di indirizzi: 80 corpi illuminanti a cui si sommano una ventina di ulteriori connessioni DALI per il comando delle tende. L’auditorium sottostante alle Bolle Sotto il piano d’acqua in cui si trova l’ingresso delle Bolle si apre uno spazio sotterraneo, complementare a quello sovrastante, che ospita una struttura polifunzionale per meeting, ricevimenti e conferenze. Il fiore all’occhiello è rappresentato da un raffinato auditorium da 108 posti. Anche in questo caso la gestione è interamente Beckhoff. Attraverso il software di supervisione, accessibile sia da un PC installato in cabina regia che attraverso una consolle wireless AMX del sistema di theatre management, si possono impostare e richiamare scenari preconfigurati (proiezione film, luci soffuse, conferenza) e comandare in modo indipendente tutti i dispositivi e gli azionamenti. E’ così possibile aprire/chiudere completamente, per gruppi o singole file le poltroncine che Frau ha progettato in via esclusiva per Nardini, così come oscurare parzialmente la sala lasciando accesi gruppi di luci e/o dimmerandone alcuni. Un approccio che ha offerto molti vantaggi “I punti di forza del sistema realizzato per le Bolle di Nardini sono riassumibili in due concetti: semplicità e flessibilità”, afferma Giovanni Cavallin. “La semplicità è quella dell’architettura di controllo, estremamente pulita e perfettamente integrata con la struttura e l’armonia dell’edificio. La flessibilità è quella offerta dal controllo Beckhoff. La modularità da un lato e la completa apertura ai differenti protocolli di comunicazione dall’altro sono state le due caratteristiche che ci hanno permesso di integrare tutti i dispositivi in maniera semplice e trasparente”. Tutto ciò comporta altri vantaggi; in caso di eventuali ampliamenti funzionali - come già accaduto per la gestione delle tende parasole all’interno delle bolle - le problematiche da gestire risultano pressoché minime, in quanto il sistema è aperto ed espandibile. Inoltre, l’utilizzo di soluzioni standard al posto di hardware e protocolli proprietari fornisce una solida base di apertura che consente di minimizzare i rischi e i costi in caso di operazioni manutentive e/o interventi sul sistema da parte di società terze. Nella cabina di regia dell’Auditorium attraverso il software di supervisione si possono impostare e richiamare scenari preconfigurati: proiezione film, luci soffuse, conferenze. www.beckhoff.it