5° Anno TEORIA 7. La programmazione lato server

19. La programmazione lato server Vers.1.1 – Marzo 2009 19. LA PROGRAMMAZIONE LATO SERVER Introduciamo uno pseudocodice lato server che chiameremo Pserv che utilizzeremo come al solito per introdurre le problematiche da affrontare, indipendentemente dagli specifici linguaggi ai quali successivamente bisognerà poi ricorrere. Vediamo allora come effettuare una interrogazione ad una base di dati situata su di un Web server (che per coerenza sarà uno PseudoWeb) e controllata da un qualsiasi DBMS ed alla quale si possa accedere tramite un server SQL (che per coerenza chiameremo PseudoSQL). Le caratteristiche dello pseudocodice Pserv che ipotizzeremo sono: - è un linguaggio di scripting lato server ossia interpretato; - segue l’approccio basato su Web server (come ASP, JSP, PHP);; - dispone di funzioni per l’accesso ai più diffusi database relazionali (come Oracle, Sybase, MySQL, Access, etc.) Ricapitolando volendo essere indipendenti da specifici linguaggi, database e Web server ipotizziamo si essere nella seguente situazione: Web server (Esempio Apache, IIS, etc.) Server SQL (Esempio SQLserver, MySQL, etc.) Linguaggio di programmazione lato server (Esempio ASP, JSP, PHP etc.). PseudoWeb PseudoSQL Pserv N.B. Nel mondo dell’informatica è indispensabile che i Web server possano interagire con i DBMS e con i server SQL di produttori differenti ed i server SQL devono a loro volta interagire con i linguaggi di programmazione lato server. 1) Configurazione del web server per l’esecuzione di programmi lato server Ogni Web server dovrà essere configurato correttamente per permettere l’esecuzione di programmi lato server. Precisazione: Ogni Web server fa riferimento ad una directory root virtuale sullo spazio fisico del computer server dove è installato (quando un utente in rete si collegherà con il Web server per vedere la home page avrà la sensazione di essersi collegato con la directory root del server mentre in realtà sarà collegato con una sottodirectory fisica del disco del server che funge da root virtuale. Nella root virtuale si troveranno tutte le pagine HTML che il server vuole rendere disponibili all’esterno. Nel caso del nostro Pserv (così come per tutti i linguaggi di programmazione lato server) occorrerà configurare correttamente il Web server affinché: - il Web server possa integrarsi perfettamente con Pserv ed in particolare:  il Web server deve poter riconoscere l’estensione *.pserv dei file da eseguire;  il Web server deve sapere dove si trova l’interprete Pserv da mandare in esecuzione sui file *.pserv;  il Web server deve conoscere la directory del server che conterrà i file *.pserv che potranno essere eseguiti. - Pserv dovrà interagire con il server SQL (ed in particolare avere la possibilità di interagire tramite funzioni primitive con particolari DBMS installati sul server). Autore: Rio Chierego (email: riochierego@libero.it - sito web: www.riochierego.it) Pag. 1